Comunicazione attività Impianti Minori
e Registro Carico Scarico

Pubblicato il

Depositi di Carburanti “Minori”:

– depositi per uso privato, agricolo e industriale di capacità superiore a 10 metri cubi e non superiore a 25 metri cubi (cosiddetti “depositi minori”);
– apparecchi di distribuzione automatica di carburanti per usi privati, agricoli e industriali, collegati a serbatoi la cui capacità globale risulti superiore a 5 metri cubi e non superiore a 10 metri cubi (cosiddetti “distributori minori”);

Obblighi 1/01/2021:

  • Comunicazione di attività all’Ufficio delle dogane dell’ADM
  • Tenuta del registro di carico e scarico, con modalità semplificate, previsti dall’ art. 25, comma 4, del D.Lgs. n. 504/95 (TUA)

La “Comunicazione di attività” ex art. 25, comma 4 del TUA va trasmessa all’Ufficio dell’ADM territorialmente competente e deve riportare:

  • i propri dati anagrafici, il domicilio e il codice fiscale.
  • gli estremi identificativi della ditta ovvero la denominazione o ragione sociale, la sede legale, la partita IVA o codice fiscale, l’indirizzo di PEC.
  • i dati tecnici del deposito o del distributore: ubicazione, caratteristiche (marca, modello, matricola), capacità di stoccaggio dei serbatoi e relativa tipologia (interrati, fuori terra, rimovibili), prodotti energetici stoccati, descrizione delle utenze servite (in caso di deposito minore) e dei sistemi di quantificazione, parziale e/o totale, dell’erogato (in caso di distributore minore).
  • il numero di iscrizione nel registro della camera di commercio, industria, artigianato ed agricoltura nonché, ove prescritti per l’esercizio dell’impianto in funzione della relativa tipologia, gli estremi identificativi dei documenti di natura non fiscale (ad es., certificato di prevenzione incendi per i contenitori-distributori);
  • le modalità di tenuta del registro di carico e scarico dei prodotti ovvero la descrizione del sistema di contabilità aziendale (elettronico o cartaceo) tramite il quale sono rilevati i quantitativi di ciascun tipo di prodotto ricevuti, stoccati presso l’impianto e consumati nell’ambito dello svolgimento della propria attività economica; le modalità di conservazione delle copie stampate dell’e-DAS (solo per benzina e gasolio usato come carburante) o dei DAS cartacei (altri prodotti energetici) e dei documenti commerciali utilizzati a scorta dei prodotti ricevuti.


Gli adempimenti per i depositi con gli stoccaggi superiori a 10mc e 25 mc rimangono inalterati. Per i depositi più piccoli detti “Depositi Minori” insistono nuovi obblighi contabili consistenti nella tenuta di un registro di carico scarico semplificato.


Servizio ClientiChiamate il servizio Clienti, un operatore vi guiderà nella scelta della soluzione per tenuta contabile dei predetti registri ed il supporto al disbrigo delle pratiche autorizzative doganali

Cerchi la soluzione per i nuovi adempimenti per i registri di carico e scarico del deposito distributore privato?

Numero verde
Assistenza clienti

Informazioni aggiuntive